Concorso “Animus Loci: tracce d’Europa nel cuore d’Italia”

Per celebrare l’Anno europeo del patrimonio culturale, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea promuove Animus Loci, un itinerario culturale attraverso una serie di luoghi italiani con forte valenza europea: 
– Chiavari, dove è conservato il manoscritto della ‘Giovine Europa’ di Mazzini (Europa dei popoli);
– Trieste, crocevia della letteratura mitteleuropea (Flusso di coscienza europeo);
– Ventotene, dove Altiero Spinelli, Ernesto Rossi e Ursula Hirschmann concepirono il manifesto “Per un’Europa libera e unita” (Europa, sogno di libertà);
– Norcia, culla della cultura benedettina (Europa, fiaccola di civiltà);
– Bologna, sede dell’Alma Mater Studiorum, la più antica università europea (Europa delle università e della circolazione del sapere);
– Napoli, sede del più antico teatro dell’opera europeo (Il linguaggio dell’arte nell’Europa dei lumi);
– Palermo, città simbolo della dieta mediterranea (Europa mediterranea,crogiuolo di culture, popoli e cibi).


Cooperazione transnazionale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù

Il Bando EACEA/10/2018, nell’ambito del Programma Erasmus+ Azione chiave 3: “Sostegno alle riforme delle politiche Inclusione sociale e valori comuni: il contributo nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù” offre sostegno a progetti di cooperazione transnazionale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. L’invito comprende due lotti, uno per l’istruzione e la formazione (Lotto 1), l’altro per la gioventù (Lotto 2).


Erasmus+ ora anche in versione virtuale

La Commissione europea ha lanciato lo scambio virtuale Erasmus+, un progetto volto a promuovere il dialogo interculturale e a migliorare le competenze di almeno 25000 giovani attraverso strumenti di apprendimento digitali nel corso dei prossimi due anni. Il progetto coinvolge i 33 paesi del programma Erasmus+ e la regione del Mediterraneo meridionale, comprendente Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina (tale designazione non si intende come riconoscimento di uno Stato di Palestina e lascia impregiudicate le singole posizioni degli Stati membri sulla questione), Siria e Tunisia. La versione online di Erasmus+ integrerà il programma di mobilità fisica tradizionale e potrebbe in futuro essere estesa ad altre aree geografiche. 


Progetti per il contrasto al lavoro sommerso. Bando EaSI

Nell’ambito del programma EaSI – Asse Progress  è stato pubblicato un bando per il sostegno a progetti nel settore del contrasto al lavoro sommerso. L’obiettivo primario della call è integrare e valorizzare le attività indicate nel programma di lavoro della Piattaforma europea contro il lavoro sommerso. Il bando mira anche a sviluppare e sostenere iniziative innovative che migliorino l’attuazione, l’applicazione e la conoscenza della normativa comunitaria e nazionale in materia di lavoro sommerso, contribuendo così a ridurre tale fenomeno e a favorire l’emergere di posti di lavoro regolari.